Scarica Drivers

Linux x64 (AMD64/EM64T) Display Driver

 
 

Versione:

319.12 BETA

Data di rilascio:

2013.04.09

Sistema operativo:

Linux 64-bit

Lingua:

Italiano

Dimensioni:

46.3 MB

Download Immediato

Vantaggi principali della release
Prodotti supportati
Informazioni addizionali
  • Aggiunto il supporto delle seguenti GPU:
  • GeForce GTX 650 Ti BOOST
  • Risolto CVE-2013-0131: Overflow del buffer del cursore ARGB della GPU UNIX NVIDIA in modalità "NoScanout". Questo overflow del buffer, che si verificava quando un client X installava un grande cursore ARGB su un server X in esecuzione in modalità NoScanout, poteva causare un attacco "denial of service" (per esempio un problema di segmentazione del server X), o poteva essere sfruttato per ottenere un'esecuzione di codice arbitrario.
  • Aggiunto il supporto iniziale per il ripristino delle console efifb sui sistemi UEFI nei quali il display primario è gestito su VGA o TMDS (per esempio DVI, HDMI o LVDS).
  • Aggiunto il supporto per la sezione Monitor di xorg.conf "Ignore", "Enable", "Primary" e "Rotate". Per esempio, per ruotare un monitor identificato da uno specifico hash EDID, si può aggiungere quanto segue a /etc/X11/xorg.conf o un file in /etc/X11/xorg.conf.d:
  • Section "Monitor"
    Identifier "DPY-EDID-ee6cecc0-fa46-0c33-94e0-274313f9e7eb"
    Option "Rotate" "left"
    EndSection
  • Vedere il file LEGGIMI e la pagina del manuale di xorg.conf(5) per ulteriori informazioni.
  • Aggiunta una funzionalità Underscan alla pagina Configurazione del display del server X delle nvidia-settings che permette la configurazione di un bordo in underscan attorno a ViewPortOut. In precedenza questa funzionalità era nota come Overscan Compensation.
  • Aggiunto il supporto dei profili dell'applicazione nell'implementazione di GLX sul lato client di NVIDIA. Vedere il capitolo "Profili applicazioni" del file LEGGIMI per ulteriori informazioni.
  • Aggiunto a nvidia-installer il supporto per la firma crittografica del modulo kernel di NVIDIA. Vedere il capitolo "Installazione del driver NVIDIA" del file LEGGIMI per ulteriori informazioni.
  • Aggiunti gli attributi di MetaMode "PanningTrackingArea" e "PanningBorder".
  • Aggiunto il supporto della panoramica di RandR 1.3.
  • Migliorate le prestazioni quando si disattiva l'opzione Accel.
  • Aggiunto il supporto iniziale per oggetti RandR 1.4 Provider con la capacità Source Output, che può essere utilizzata per il rendering del desktop su una GPU NVIDIA e visualizzarlo su un output collegato a un provider con la capacità Sink Output, quale ad esempio un dispositivo grafico integrato Intel o un adattatore DisplayLink da USB a VGA. Vedere il file LEGGIMI per i dettagli.
  • Aggiunta nvidia-modprobe, una utility setuid root, al pacchetto del driver. L'utility nvidia-modprobe può essere usata dai componenti del driver NVIDIA user-space per accertarsi che il modulo kernel di NVIDIA sia caricato e che i file del character device NVIDIA siano presenti. Se possibile, si raccomanda si usare meccanismi nativi di distribuzione Linux per la gestione del caricamento del modulo kernel e la creazione del file del dispositivo. Questa utility è fornita come soluzione di riserva per iniziare immediatamente a lavorare a prescindere dalla distribuzione.
  • Aggiornata l'interfaccia della riga di comando delle nvidia-settings per accettare i nomi del display device, oltre ai qualificatori di target opzionali, per esempio:
  • nvidia-settings -q [DVI-I-0]/RefreshRate
    nvidia-settings -q [GPU-1.DVI_I-1]/RefreshRate
  • Aggiornata l'interfaccia della riga di comando delle nvidia-settings in modo che non presupponga più il target "X screen 0", se non viene specificato alcun target nelle operazioni di query e assign. Invece, tutti i target validi dell'attributo sono elaborati.
  • Risolta una perdita di memoria che si verificava quando si elimina una finestra GLX ma non la sua finestra X associata.
  • Risolto un bug che potrebbe causare la mancata eliminazione di directory create come parte di una precedente installazione da parte di nvidia-installer.
  • Aggiornato nvidia-installer per riferire i guasti per rimuovere i file installati o ripristinare file da un backup con un solo messaggio di avvertenza, invece di un messaggio separato per ogni singolo guasto.
  • Migliorate le prestazioni dei modeset nei casi in cui i timing della modalità sono rimasti inalterati, mentre sono cambiati altri parametri della configurazione della modalità, quali il ViewPort o il dominio di panning.
  • Risolto un problema con i filtri di convolution RENDER. Il driver non normalizza più i kernel del filtro prima di accelerarli.
  • Migliorata la debuggabilità delle librerie NVIDIA OpenGL includendo le appropriate informazioni di unwind dello stack su tutte le architetture supportate.
  • Aggiornato il file dkms.conf e il makefile del modulo del kernel Linux di NVIDIA per consentire alle installazioni di DKMS sui sistemi con una sorgente separata e le directory di output.
  • Risolto un bug che in alcuni casi causava il campionamento errato delle RENDER Pictures durante l'uso del filtro più prossimo.
  • Aggiunto il supporto delle proprietà di output di RandR "Border" e "BorderDimensions", che possono essere utilizzati per configurare il ViewPortOut di un output RandR. Questa è una funzionalità equivalente al token MetaMode di "ViewPortOut".
  • Risolto un bug nel quale RRGetCrtcInfo poteva riferire informazioni errate sulle dimensioni quando un output RandR ha un ViewPortIn personalizzato.
  • Ulteriore miglioramento delle prestazioni di alcune versioni di HyperMesh con le GPU Quadro.
  • Aggiunta una pagina VDPAU al pannello di controllo delle nvidia-settings, in modo da visualizzare le informazioni in merito alle capacità di decoding delle GPU compatibili con VDPAU.
  • Aggiunto il supporto per la gestione della modalità dinamica attraverso RandR, per esempio per mezzo delle opzioni --newmode, --rmmode e --delmode in xrandr(1).
  • Aumentato il numero di pagine condivisibili su più processi nella build x86 di libnvidia-glcore.so, riducendo il suo conteggio di rilocazione R_386_PC32.
  • Risolto un bug che portava le applicazioni XVideo a ricevere errori BadAlloc dopo switch di VT e modalità che si verificavano mentre era in funzione un manager composito.
  • Rimosso il supporto del driver X di "CursorShadow".
  • Aggiornato nvidia-installer per tentare l'unprelinking dei file il cui checksum non corrisponde al checksum registrato al momento dell'installazione.
  • Cambiata la compressione dei pacchetti .run da gzip a xz. Questo fornisce un livello superiore di compressione.

Si noti che molte distribuzioni di Linux forniscono i propri pacchetti del driver grafico Linux di NVIDIA nel formato gestito dai pacchetti nativi. Questo può interagire in modo migliore con il resto del framework di distribuzione e può quindi risultare preferibile al pacchetto ufficiale NVIDIA.

Notare anche che gli utenti di SuSE dovrebbero leggere la GUIDA HOWTO del programma di installazione di SuSE NVIDIA prima di scaricare il driver.

Istruzioni per l'installazione: una volta scaricato il driver, passare alla directory che contiene il pacchetto e installarlo eseguendo, come radice, sh ./NVIDIA-Linux-x86_64-319.12-pkg1.run

Una delle ultime fasi dell'installazione chiede di aggiornare il file di configurazione di X. Accettare l'offerta e modificare manualmente il file di configurazione di X in modo che venga utilizzato il driver X di NVIDIA, oppure eseguire nvidia-xconfig Consultare il file LEGGIMI per istruzioni più dettagliate.

Per ulteriori informazioni puoi visitare il nostro forum, https://devtalk.nvidia.com/default/board/98/linux/.