QUADRO

Quadro K6000 fornisce a Visage un accesso alle immagini diagnostiche in tempo quasi reale

Visage Imaging ("Visage") è un fornitore di soluzioni di imaging diagnostico e di visualizzazione software avanzata destinate alle istituzioni sanitarie di tutto il mondo. Grazie alla possibilità di sfruttare l'elaborazione lato-server, le soluzioni Visage offrono un accesso ultrarapido a immagini multi-dimensionali (2D, 3D, 4D) su una vasta gamma di dispositivi. Questo permette ai medici di visionare e interpretare le immagini mediche con maggiore rapidità e facilità. La soluzione di punta di Visage, Visage® 7 Enterprise Imaging Platform, permette alle organizzazioni di razionalizzare configurazioni che tradizionalmente richiedevano più dispositivi di visualizzazione in una singola piattaforma di visualizzazione personalizzabile. Ovviamente, questo consente di fornire immagini più velocemente e in modo più affidabile, integrandole inoltre con una serie di straordinaria completezza di strumenti clinici. Tutto in un unico visualizzatore. La soluzione permette ai radiologi di offrire rapporti radiologici di alta qualità, fornendo ai medici refertatori un accesso di eccellenza alla stessa serie di strumenti personalizzabili (direttamente e via EMR), e consente ai leader IT di razionalizzare l'infrastruttura di imaging riducendone il costo. Visage 7 è una soluzione basata su app, che esegue il rendering di immagini sul lato-server utilizzando GPU NVIDIA Quadro per poi inviarle in streaming per mezzo di un thin-client ai desktop Windows e Mac, oltre che ai dispositivi mobili, offrendo doti eccellenti di flessibilità, sicurezza e scalabilità.

SFIDA

Visage 7 presenta automaticamente una configurazione a doppio pannello e multi-visuale per mezzo di un protocollo display intelligente. Immagine cortesemente offerta da Visage Imaging
Visage 7 presenta automaticamente una configurazione a doppio pannello e multi-visuale per mezzo di un protocollo display intelligente. Immagine cortesemente offerta da Visage Imaging

Il settore della sanità è interessato da una tendenza in corso di intensificazione all'accorpamento e integrazione delle strutture ospedaliere. È quindi normale che un sistema di gestione ospedaliera finisca per dover integrare diversi altri ospedali nel corso del tempo, ciascuno dei quali dotato di un diverso sistema di archiviazione e comunicazione delle immagini (PACS), frequentemente di fornitori diversi. Teoricamente, può sembrare logico consolidare i sistemi sanitari sulla soluzione di un unico fornitore. Tuttavia, il costo del cambiamento è elevato e il consolidamento risulta particolarmente stressante per l'organizzazione, specialmente in ambito PACS. Negli ultimi anni, infatti, il vantaggio acquisito passando da 'un PACS all'altro' si è dimostrato nettamente inferiore a quello ottenuto conservando lo status quo.

Lo obiettivo di Visage è stato lo sviluppo di una piattaforma che valesse davvero la pena di affrontare il disagio del cambiamento. L'azienda non era interessata a sviluppare una piattaforma migliore solo marginalmente, ma puntava invece a una soluzione in grado di offrire un miglioramento tangibile e generazionale rispetto ai PACS legacy: un singolo visualizzatore personalizzabile in grado di visionare immediatamente qualsiasi studio di imaging, a prescindere dal tipo o dalla dimensione e da pressoché qualsiasi ubicazione. I tecnici di Visage ritenevano che la chiave per ottenere una simile flessibilità stesse nello sviluppo di un'architettura lato-server che potesse essere facilmente integrata nell'infrastruttura esistente, affidando la parte più impegnativa dell'elaborazione delle immagini alle GPU NVIDIA Quadro e rimuovendo così il carico di elaborazione dai dispositivi client.

SOLUZIONE

Grazie alle GPU NVIDIA Quadro, Visage è in grado di fare eccellere la propria piattaforma di imaging in quasi tutte le aree delle performance, inclusa la velocità pura e la visualizzazione nativa di immagini multi-dimensionali. Visage 7 sfrutta le potenti GPU Quadro K6000 per renderizzare rapidamente le immagini sul lato-server e quindi inviarle in streaming a una grande varietà di dispositivi mobili e client supportati dalla soluzione. Un singolo visualizzatore, cioè una piattaforma aperta che funziona con tutte le comuni modalità di imaging diagnostico, oltre che con immagini non DICOM, fornisce una flessibilità enorme ai radiologi e ad altri medici che operano in ambiti disciplinari molto diversi tra loro. Questa soluzione elimina le limitazioni dei sistemi PACS legacy, quali necessità di utilizzare SO, dispositivi e browser specifici. Per esempio, gli utenti possono usare la piena potenza di Visage 7 su un MacBook Air, anche se questo dispositivo non monta una scheda grafica dedicata.

Accesso mobile via Visage Easesm, basato su Visage 7 (sinistra) e Visage 7 Enterprise Imaging Platform (destra). Immagine cortesemente offerta da Visage Imaging
Accesso mobile via Visage Easesm, basato su Visage 7 (sinistra) e Visage 7 Enterprise Imaging Platform (destra). Immagine cortesemente offerta da Visage Imaging

"L'elaborazione lato server di Visage sfrutta le GPU NVIDIA per integrare i numerosi dispositivi che le istituzioni sono solite utilizzare in un unico visualizzatore, incredibilmente rapido e uguale per tutti i medici, dai radiologi più specializzati ai medici generici", ha dichiarato Brad Levin, General Manager per il Nord America di Visage Imaging. "La combinazione di Visage e NVIDIA rende un ricordo lontano i problemi e le limitazioni dei PACS legacy. È liberatorio per gli utenti: riusciamo a eliminare le limitazioni con cui hanno dovuto avere a che fare dalla nascita dei PACS, due decenni orsono."

Uno dei maggiori vantaggi per i clienti di Visage è la velocità. Rendering e accesso più rapidi aumentano la produttività di radiologi e medici, un fattore davvero cruciale nel settore delle cure sanitarie. Le GPU NVIDIA Quadro K6000 offrono una memoria senza precedenti di 12 GB. Questa RAM è ideale per il rendering e lo streaming di studi di imaging di grandi dimensioni con una rapidità superiore a qualsiasi altra GPU sul mercato. Per esempio, un file di 6 GB per una mammografia 3D (per esempio una tomosintesi digitale della mammella) può essere visualizzata senza perdite e interrogata pienamente da qualsiasi dispositivo supportato in appena 2-3 secondi, anche su velocità a banda larga (6 Mbps o maggiori). Inoltre l'elaborazione lato-server di Visage 7 libera gli utenti dalle limitazioni delle connessioni a banda passante lenta, sfruttando uno streaming adattivo e intelligente.

"Anche se si dispone di una connessione a Internet davvero valida, diciamo da 50 Mbps, e si sta lavorando al 100% della capacità, ci vorranno comunque almeno 17 minuti per caricare 6 GB di dati", spiega Bobby Roe, Director della Solutions Architecture and Customer Experience per Visage Imaging. "Si tratta di un tempo terribilmente lungo per qualsiasi fornitore di servizi sanitari. Secondo noi, si tratta di una tempistica del tutto inaccettabile ed è anche la ragione che ci ha spinto a passare alle soluzioni lato-server in partnership con NVIDIA. Gli utenti non dovrebbero vedere differenze di funzionalità o prestazioni causate da ruolo, dispositivo di computing, ubicazione o banda passante. Devono invece ottenere le immagini e gli strumenti clinici loro necessari in modo quasi istantaneo, sia in sede che in remoto."

IMPATTO

La velocità e l'approccio armonico all'IT di Visage 7 offrono concreti vantaggi quotidiani ai suoi utenti. Grazie a Visage 7, le istituzioni possono risparmiare sui costi di manutenzione, addestramento e assistenza dei vari visualizzatori e sulle workstation thick-client di tipo professionale, consolidando tutti i dispositivi precedenti in un unico visualizzatore. I singoli radiologi leggono rapidamente, da un singolo desktop, fornendo diagnosi più rapide e informate ai medici refertatori, senza limitazioni cliniche, anche quando si trovano a operare fuori sede. Gli amministratori IT applaudono la capacità di centralizzare ed eseguire lo scaling delle operazioni di visualizzazione delle immagini con tutta la semplicità garantita da un unico visualizzatore e con la comodità assicurata dalla possibilità di rimuovere le complessità, le ridondanze e le limitazioni delle reti multi-PACS di tipo hub and spoke. Inoltre, per tutte quelle istituzioni sanitarie che hanno esteso un EMR comune a tutte le proprie strutture, la possibilità di sfruttare uno stesso visualizzatore accessibile da parte dei medici refertatori che accedono all'EMR, nonché dai radiologi per l'interpretazione, rappresenta la soluzione ottimale di erogazione delle immagini.

In ultima analisi, la lunga collaborazione tra NVIDIA e Visage permette a quest'ultima azienda di continuare a innovare e anticipare le esigenze grafiche prima che le nuove tendenze del settore si affermino. Per esempio, mentre i vendor di soluzioni PACS legacy si trovano in difficoltà ad affrontare le ardue sfide poste dal recente boom delle mammografie 3D, gli utenti di Visage 7 sono invece in grado di eseguire con facilità il rendering e lo streaming di studi di imaging mammario complessi e di grandi dimensioni. Anche se gli standard per le cure sanitarie femminili cambiano rapidamente, Visage dispone già degli strumenti necessari ad affrontarli con successo, grazie al supporto della visualizzazione simultanea di presentazioni di imaging della mammella multi-modalità.

"C'è un motivo per cui il nostro rapporto con NVIDIA dura da dieci anni", ha concluso Roe. "Lavorando a stretto contatto con i tecnici di NVIDIA, siamo stati in grado di ottimizzare il nostro software e di farlo lavorare in tandem con la GPU per offrire un'esperienza magica ai nostri clienti. La continua innovazione di NVIDIA ci permette di mantenerci in vantaggio di prestazioni sulle esigenze del settore, anche se gli studi di imaging diventano sempre più grandi. Quadro K6000 è imbattibile. I nostri concorrenti dovranno confrontarsi con ostacoli enormi, mentre noi potremo semplicemente aggiungere continuamente nuove funzionalità e caratteristiche."