Stampa

Le GPU Tesla incrementano la velocità dei calcoli del rischio pur riducendo i costi

I calcoli di gestione del rischio sono uno dei costi più ingenti per il settore dei servizi finanziari. Come principale banca di investimento mondiale, J.P. Morgan necessitava quindi di un modo migliore per calcolare il rischio con tempistiche ragionevoli senza aggiungere altri costi infrastrutturali al proprio bilancio.

Sfida


Come parte di un piano triennale per ridurre il costo del calcolo del rischio del 75 percento, J. P. Morgan era intenzionata a rinnovare le tecnologie dei propri data center in modo da renderle conformi con la nuova politica di risparmi aziendali. Un componente addizionale dell’iniziativa era quello di rendere più eco-compatibili i data center mettendoli in grado di fornire maggiori prestazioni di computing pur riducendone l’assorbimento energetico.

Soluzione


JP Morgan

J.P. Morgan Equity Derivatives Group ha iniziato una valutazione esplorativa delle GPU NVIDIA® Tesla™ nel 2009, come possibile alternativa per i calcoli più complessi. La società ha selezionato le GPU Tesla M2070 per integrarle nella sua infrastruttura globale di grid computing nel 2010. La scelta si è dimostrata immediatamente di un’efficacia straordinaria.

Le GPU consentono il calcolo del rischio per i prodotti di investimento di J.P. Morgan in pochi minuti invece che richiedere una lunga elaborazione notturna come in precedenza. Le GPU Tesla offrono a J.P. Morgan un significativo vantaggio di mercato che consente di giungere a decisioni più valide grazie a una maggiore frequenza di esecuzione dei calcoli degli scenari più complessi. Le GPU, insomma, sono una tecnologia davvero rivoluzionaria per le attività di J.P. Morgan.

Impatto


L’uso delle GPU come co-processori ha accelerato le prestazioni delle applicazioni sino a 40 volte rispetto all’uso delle soluzioni basate sulle sole CPU. Questo ha inoltre consentito risparmi di circa l’80 percento nel complesso. Le GPU NVIDIA Tesla sono state implementate in più data center nelle sedi globali dell’istituto e vengono condivise in modo automatico e invisibile dalle applicazioni globali. Questa integrazione delle GPU nell’infrastruttura di calcolo globale ha prodotto tassi di utilizzo delle GPU che arrivano al 70 percento per 24 ore al giorno.

J.P. Morgan è stata recentemente indicata da The Banker Magazine come leader nell’innovazione nelle tecnologie bancarie proprio grazie alla sua implementazione delle GPU nelle applicazioni di calcolo del rischio per i derivati.

Nel prossimo futuro, la società programma di incrementare ulteriormente il numero e il tipo di calcoli affidati alle GPU, oltre ad esaminare la fattibilità dell’applicazione di nuovi modelli precedentemente considerati improponibili a causa della capacità di computing necessaria.