Oak Ridge National Laboratory punta sull'architettura NVIDIA “Fermi” per il suo nuovo supercomputer

 
 

Product PR

Luciano Ballerano
PR Manager Italia
NVIDIA
+39 0200618577
lballerano@nvidia.com



Ambito5
tel. 02 36556770
Eleonora Galli         
eleonora.galli@ambito5.com

Oak Ridge National Laboratory punta sull'architettura NVIDIA “Fermi” per il suo nuovo supercomputer

Il supercomputer di Oak Ridge si affida alla tecnologia di GPU Computing di NVIDIA per ottenere prestazioni di vari ordini di grandezza superiori a quelle delle migliori macchine attuali

SANTA CLARA, California — 30 settembre 2009 - Oak Ridge National Laboratory (ORNL) ha annunciato oggi i propri piani per la realizzazione di un nuovo supercomputer che utilizzerà la nuova generazione dell'architettura per GPU NVIDIA® CUDA™ dal nome in codice “Fermi”. Destinato a ricerche in settori quali l'energia e i cambiamenti climatici, il nuovo supercomputer di ORNL dovrebbe essere 10 volte più potente delle macchine più performanti oggi disponibili.

Jeff Nichols, direttore associato per l'elaborazione e le scienze computazionali di ORNL, ha raggiunto sul palco il co-fondatore e CEO di NVIDIA Jen-Hsun Huang durante il discorso di quest'ultimo alla NVIDIA GPU Technology Conference. Nichols ha riferito a un pubblico estremamente qualificato composto da oltre 1.400 ricercatori e sviluppatori che “Fermi” permetterà scoperte scientifiche altrimenti del tutto impossibili.

“Si tratta della prima architettura di co-processing che Oak Ridge ha implementato per la ricerca scientifica e siamo davvero entusiasti delle opportunità che crea in termini di possibile soluzione dei più importanti problemi scientifici”, ha dichiarato Nichols. “Con l'aiuto della tecnologia NVIDIA, Oak Ridge propone di realizzare entro dieci anni una piattaforma di computing di potenza misurabile in exaflop.”

ORNL ha inoltre annunciato la prossima creazione dell'Hybrid Multicore Consortium. Questo consorzio si pone come obiettivo la collaborazione con i principali sviluppatori di codice in ambito scientifico per preparare quelle applicazioni all'esecuzione sulla nuova generazione di supercomputer realizzati usando le GPU.

“Le prime due generazioni dell'architettura per GPU CUDA hanno permesso a NVIDIA di compiere importanti progressi nell'ambito dell'elaborazione a fini scientifici, aumentando nettamente le prestazioni fornite a un ampio spettro di applicazioni”, ha dichiarato Bill Dally, Chief Scientist di NVIDIA. “L'architettura ‘Fermi’ è un importante volano per il progresso scientifico e con il sostegno di strutture di ricerca nazionali quali l'ORNL le possibilità appaiono davvero illimitate.”

Per ulteriori informazioni su “Fermi”, la nuova generazione dell'architettura CUDA di NVIDIA, visitare l'indirizzo: www.nvidia.it/fermi invece, per altre informazioni su ORNL, visitare il sito www.ornl.gov

Informazioni su NVIDIA
NVIDIA (Nasdaq: NVIDA) ha fatto capire al mondo intero la reale potenza della grafica computerizzata quando ha inventato l'unità di elaborazione grafica (GPU) nel 1999. Da allora, ha costantemente ridefinito gli standard del visual computing con nuove soluzioni di grafica interattiva mozzafiato rese disponibili su lettori multimediali portatili, notebook e workstation. La grande esperienza di NVIDIA nell'ambito delle GPU programmabili ha portato a scoperte rivoluzionarie nell'elaborazione in parallelo, che hanno reso il supercomputing molto più conveniente e abbordabile. La rivista Fortune ha collocato NVIDIA al primo posto nella sua classifica degli innovatori del settore dei semiconduttori per due anni consecutivi. Per ulteriori informazioni, esaminare il sito www.nvidia.it.



 
 
FacebookTwitterGoogle+LinkedInPinterest