Back

Shadow Buffers

 
 


L
e unità di elaborazione grafica (GPU) di GeForce3 Ti di NVIDIA stanno cambiando l'aspetto delle tecniche d'illuminazione (lighting) della grafica per computer riuscendo, per la prima volta, ad accelerare i componenti hardware e fornendo ombre più realistiche agli utenti del PC. La tecnologia shadow buffer di NVIDIA elimina le distanze fra i giochi per computer e gli effetti speciali tipici della cinematografia, presentando delle ombre in tempo reale e più realistiche.

Finora, le tecniche di lighting della grafica per computer in tempo reale non prevedevano un elemento fondamentale: le ombre, che conferiscono maggior realismo alla scena. Gli artisti e i fotografi hanno sempre conosciuto il potere che scaturisce dalla luce e dalle ombre. In effetti, nelle fotografie artistiche si continuano ad usare delle pellicole in bianco e nero perché il gioco di luce e di ombra qui espresso, benché privo di colori, conferisce degli effetti più potenti e un maggior impatto sulle persone. Ora è possibile ottenere gli stessi effetti per attrarre gli utenti e per immergerli in ambienti grafici in tempo reale.

La tecnica shadow buffer di NVIDIA utilizzata dai processori di GeForce3 Ti consente di creare una mappa degli oggetti da illuminare sulla scena. Questa mappa viene poi memorizzata in un shadow buffer, in modo da poter essere utilizzata in un secondo tempo come una texture per mezzo della speciale applicazione shadow buffer posta nel motore texture di GeForce3 Ti. Si tratta di una tecnica più veloce e più efficace a livello hardware.

  Si noti come le ali della nave spaziale proiettino un'ombra sulle altre parti dello scafo. Questa tecnica è chiamata auto-ombreggiamento

Le tecniche Shadow Mapping di NVIDIA
Esistono molte tecniche per rendere le ombre e ognuna di queste ha i suoi punti di forza. Tuttavia, lo shadow mapping ricreato con i shadow buffer di NVIDIA presenta una serie di vantaggi rispetto alle altre tecniche di rendering delle ombre, ossia:

  • Scene complesse —Lo Shadow Mapping si comporta in modo ottimale con le scene complesse contenenti molti oggetti o forme complesse
  • Bordi delle ombre smussati —Lo Shadow Mapping è in grado di smussare i bordi delle ombre mediante un algoritmo di filtraggio delle ombre
  • Ombre individuali—Gli oggetti possono riprodurre le proprie ombre. Osservate come le ali delle astronavi gettano la propria ombra sulle altre parti del velivolo
  • Compatibilità con il Multitexture Rendering —I volumi delle ombre possono richiedere un multipass rendering, il che riduce le prestazioni se l'applicazione presenta una fill rate o una capacità di memoria limitata

Finora, lo shadow buffering era disponibile solo sull'attrezzatura di rendering professionale e non era alla portata del consumatore. Integrando la tecnologia shadow buffer alle GPU di GeForce3 Ti di NVIDIA GPUs, la grafica per computer è in grado di riprodurre un'esperienza visiva realistica e di annullare la distanza fra i giochi per computer e gli effetti speciali cinematografici.



 
 
 
 
FacebookTwitterGoogle+LinkedInPinterest