Back
LINK RELATIVI
  • Lightspeed Memory Architecture II Tech Brief

    LMA II aumenta la larghezza di banda effettiva della memoria fino al 300 %. Le nuove tecnologie rivoluzionarie proposte (come la selezione dell'occlusione Z, la tecnologia Fast-Z Clear e il pre-caricamento automatico) incrementano effettivamente la larghezza di banda della memoria, assicurando frequenze di trama regolari nelle applicazioni e nei giochi 3D e 2D di ultima generazione.

Architettura della memoria alla velocità della luce II (LMA II)

 
 
Oggigiorno, gli utenti del PC utilizzano applicazioni 3D esigenti, talvolta contemporaneamente, e si aspettano prestazioni grafiche eccellenti senza rallentamenti.  La crescente complessità dei giochi e delle applicazioni multimediali, che comprendono opzioni come il multitexturing e la complessità della profondità, che forniscono immagini ricche di dettagli per un maggiore realismo della scena, in realtà appesantiscono enormemente la larghezza di banda della memoria di un sistema.  Sfortunatamente, la larghezza di banda della memoria delle GPU può bloccarsi facilmente se sommersa da queste richieste di maggiore larghezza di banda e di compiti continui svolti contemporaneamente. 

Ora, con le GPU della famiglia GeForce4, NVIDIA introduce Lightspeed Memory Architecture (LMA) II (Architettura della memoria alla velocità della luce), le cui tecnologie in attesa di brevetto attenuano le strettoie legate alla larghezza di banda della memoria, fornendo prestazioni grafiche e velocità superiori.

LMA II sfrutta varie tecnologie nuove per migliorare l'efficacia di renderizzazione dei pixel da parte della GPU, come:

  • Un controller di memoria crossbar:Garantisce l'equilibrio di ogni aspetto del sistema di memoria e la gestione adeguata di ogni richiesta di memoria da parte del processore grafico.  In situazioni di carico complesso, l'architettura di memoria crossbar LMA II riesce a fornire una larghezza di banda della memoria con una capacità da due a quattro volte superiore rispetto alle architetture standard.
  • Un sottosistema cache di memoria Quad Cache:Buffer di accesso ad alta velocità in grado di immagazzinare piccole quantità di dati e di funzionare a larghezze di banda estremamente alte; essi permettono di mettere in coda i dati e di prepararli, per poi salvarli in memoria.  Queste cache vengono ottimizzate singolarmente per le informazioni specifiche che devono gestire, così da garantire il recupero quasi immediato dei dati principali.
  • Compressione Lossless del buffer Z:Riduce il traffico del buffer Z – uno dei maggiori consumatori di larghezza di banda della memoria dei sottosistemi grafici – di un fattore di quattro, senza compromettere la precisione o la qualità delle immagini.
  • Un sottosistema di visibilità:Determina se rendere visibile o invisibile un pixel in una determinata scena.  Nel caso in cui decida di rendere invisibile un pixel, quest'ultimo non verrà renderizzato, così da salvare una larghezza di banda preziosa del frame buffer.
  • Tecnologia Fast Z-Clear:Riduce il tempo occorrente per cancellare i vecchi dati nel buffer Z, aumentando le frequenze di trama fino al 10 % senza compromettere la qualità dell'immagine.
  • Precaricamento automatico:Avverte l'unità di memoria delle zone della memoria che si presume verranno utilizzate entro breve, consentendo alla GPU di sprecare meno tempo ad attendere la memoria per utilizzarlo a renderizzare i pixel.

Le varie tecnologie utilizzate dal sistema LMA II contribuiscono a migliorare enormemente le prestazioni grafiche.  Questi progressi tecnologici preparano il cammino ad esperienze grafiche 3D in tempo reale, ricche di dettagli e sempre più dinamiche.  Migliorando la capacità di comunicazione fra l'host e la grafica, gli sviluppatori di contenuti possono continuare ad aumentare la ricchezza geometrica e la complessità visiva delle loro scene a nuovi livelli.  In questo modo, gli utenti finali possono godere degli ambienti, delle immagini e degli effetti più realistici e verosimili mai visti prima, senza compromettere la performance. 
 



 
 
 
 
FacebookTwitterGoogle+LinkedInPinterest