Stampa

NVIDIA Maximus aiuta a52 a ottimizzare i VFX per short pubblicitari

Mentre cercava un metodo per testare sul campo la fenomenale potenza delle più recenti workstation NVIDIA® Maximus™ l'azienda ha avviato una collaborazione con a52,uno studio specializzato in effetti visivi con sede a Santa Monica, in California e da lungo tempo cliente dell'azienda. a52 è la divisione effetti visivi e post-produzione delle società gemelle Elastic e Rock Paper Scissors, aziende editoriali fondate dal montatore cinematografico vincitore del premio Oscar Angus Wall. L'azienda ha partecipato a numerose campagne pubblicitarie pluripremiate, oltre ad aver elaborato la sequenza dei titoli di apertura per il telefilm premio Emmy Il trono di spade, e la campagna di natale dello scorso anno per la Croce Rossa, che si è recentemente aggiudicata importanti riconoscimenti all'Annecy Animation Festival. Dal momento che sinora aveva usato le GPU NVIDIA Quadro® esclusivamente nelle workstation dei propri artisti, assieme ai sistemi Autodesk Smoke e Flame, a52 rappresentava la scelta ideale per la valutazione della seconda generazione di workstation NVIDIA Maximus.

Il Senior Technical Director Christopher Janney è il supervisore della R&D e della pipeline tecnica per il team di VFX di a52, che può arrivare a includere sino a 25 persone, a seconda dei requisiti del progetto in corso. Avendo già sperimentato i vantaggi e l'affidabilità delle GPU NVIDIA, Janney ha puntato sui sistemi NVIDIA Maximus per migliorare nettamente i workflow degli artisti di a52 che lavorano nel campo delle luci e delle ombre digitali. NVIDIA Maximus combina le capacità di visualizzazione e progettazione interattiva delle GPU NVIDIA Quadro con la potenza dell'elaborazione a elevate prestazioni delle GPU NVIDIA Tesla® in una singola workstation e quindi offre enormi vantaggi in termini di workflow di produzione.

“Quando ho annunciato l'iniziativa di testare Maximus, tutti gli artisti sono stati immediatamente entusiasti e felici della decisione”, ha dichiarato Janney. “Fare l'upgrade delle nostre workstation passando alla configurazione Maximus è stato semplice. L'integrazione con i workflow di Autodesk Maya e Chaos Group V-Ray è stata una passeggiata.”

SFIDA

Un tipico progetto viene affidato ad a52 da un'agenzia pubblicitaria, dal registra di uno spot, da una società di produzione o da un cliente finale e attraversa poi diversi stadi. I progetti partono dalla pre-visualizzazione e attraversano diverse fasi sino all'unione delle lastre in live action con gli elementi in computer grafica (CG) per essere poi perfezionati con luci e ombre. Dalla ripresa alla consegna, il progetto medio di a52 richiede dalle quattro alle sei settimane e prevede un'interazione attiva con il cliente e una revisione ad ogni stadio.

Tra i progetti più impegnativi per gli effetti visivi ci sono le campagne pubblicitarie per le auto — qui si realizzano modelli di auto in CG ad elevato numero di poligoni virtualmente indistinguibili dalle automobili vere e proprie. a52 spesso lavora a questo tipo di progetti e ad altri che mettono a dura prova la pipeline con esigenze estreme di luci e ombre in CG. L'accelerazione del workflow è una sfida costante. Maximus permette di creare effetti in modo interattivo nel viewport mentre il sistema sta renderizzando le riprese, una prospettiva elettrizzante.


Un problema che il team di a52 si è trovato a fronteggiare durante un recente progetto pubblicitario per la Lexus è stata la capacità di eseguire un ray-tracing efficiente in tempo reale con modelli di auto molto grandi realizzati sulla base dei dati CAD. Senza NVIDIA Maximus l'azienda avrebbe dovuto fare ricorso a diverse soluzioni ad hoc — caricare un solo modello di auto per volta e illuminare separatamente ciascuna vettura per ogni scena. “Dal settanta all'ottanta percento del nostro lavoro riguarda i modelli a elevato numero di poligoni. Prima di Maximus, saremmo stati riluttanti a svolgere operazioni di ray-tracing in tempo reale, perché non eravamo in grado di caricare tutta la geometria contemporaneamente”, ci ha spiegato Janney. “Avremmo invece cercato di aggirare il problema caricando un modello per volta, illuminando ciascun modello in un passaggio separato e quindi fondendo il tutto in una singola ripresa. Ovviamente, si tratta di un procedimento di estrema lunghezza e complessità. Questa soluzione non era soltanto inefficiente: spesso tutta questa attesa finiva per inaridire la creatività degli artisti.”

SOLUZIONE

a52 ha adottato i sistemi NVIDIA Maximus su tre delle proprie workstation e ha immediatamente iniziato a notare netti miglioramenti del throughput. “I benefici sono stati straordinari, soprattutto per gli addetti alle luci”, ha dichiarato Janney. “La fase di illuminazione primaria viene realizzata con una rapidità incredibile, mentre le iterazioni di rendering che consentono di affinare luci e texture richiedono meno della metà del tempo precedentemente impiegato — da tre minuti a venti secondi per frame secondo una prova recente. Sebbene la tempistica prevista per un progetto medio rimanga invariata (dalle quattro alle sei settimane), grazie a Maximus i nostri artisti sono in grado di andare a casa a orari decenti, invece di dover attendere la fine dei rendering. Questo è un vantaggio enorme.”


“Ora abbiamo l'opportunità di produrre un maggior numero di rielaborazioni di colore e luci per arrivare più rapidamente al risultato desiderato.  Grazie alla maggiore rapidità di esecuzione, possiamo inviare le riprese ai clienti e farle approvare con netto anticipo.  Non esito a raccomandare Maximus, particolarmente per gli artisti che lavorano in V-Ray RT. Anche se i risparmi di tempo sono già significativi di per sé, la soluzione consente anche di migliorare il workflow creativo dei nostri artisti, eliminando le lunghe pause in attesa dei risultati dei rendering.  Ecco dove Maximus ci aiuta davvero a perfezionare il nostro processo di sviluppo”, ha proseguito Janney.

IMPATTO

Per valutare i vantaggi della tecnologia NVIDIA Maximus, a52 ha utilizzato scene di una recente serie di pubblicità in animazione per Ben and Jerry's Ice Cream (visibili qui e qui). Per ogni scena di questa campagna, a52 è stata in grado di realizzare netti risparmi di tempo in ore fatturabili rispetto al lavoro realizzato con workstation a GPU singola usate inizialmente. Gli artisti possono inoltre sfruttare la NVIDIA Maximus Configuration Utility per ottimizzare le proprie workstation. L'applicazione infatti, consente di massimizzare la resa grafica o le prestazioni di calcolo. In questo caso specifico gli artisti avrebbero potuto configurare Maximus in modo da assegnare entrambe le GPU al rendering in V-Ray, oppure una GPU all'accelerazione della IU di Maya per rendere più rapida l'interattività, riservando invece la seconda GPU all'accelerazione del ray-tracing.

“Abbiamo testato scene della nostra campagna per Ben e Jerry e devo dire che vorrei che avessimo davvero avuto Maximus per quel lavoro... è incredibile come tutto sia andato a gonfie vele”, ha dichiarato Janney. “Il maggiore vantaggio in termini di workflow che abbiamo riscontrato con Maximus è stata la possibilità di iniziare le configurazioni delle luci sin dalle prime fasi del progetto — persino prima di eseguire il texturing — per stabilire l'aspetto generale delle scene, ottenere l'approvazione del cliente e preparare tutto alle fasi operative con la massima rapidità.”

“La dinamica è un altro enorme buco nero per quanto riguarda le attese dell'elaborazione della cache particelle: siamo rimasti davvero entusiasti di vedere come Maximus contribuisca a rendere più semplice tutto questo e altri effetti visivi o processi di rendering”, ha concluso Janney.